Ed ora il Sud America!

Ventiquattro compattatori Superlizzy s’imbarcano per il Venezuela

L’azienda acquirente è la venezuelana CORPOSERVI 92 C.A., leader nella conservazione dell’ambiente e nello sviluppo sostenibile, che ha due principali obiettivi: offrire alla clientela soluzioni innovative al problema dei rifiuti solidi e motivare le persone alla responsabilità nella conservazione dell’ambiente. Al proprio mercato, dunque, Corposervi 92 C.A. propone tecnologie d’avanguardia accuratamente selezionate tra le migliori a livello globale.

“Si quieres cambiar al mundo, cámbiate a ti mismo”: nientemeno che Mahatma Gandhi è citato nel sito aziendale, per ricordare a chi lo visita che le possibilità di cambiamento dipendono prima di tutto da noi stessi e dai nostri comportamenti. E non stupisce che il Venezuela, un Paese che si estende dal mare alle giungle e alle montagne, e che ha messo sotto protezione più della metà del proprio territorio, riveli una così forte predisposizione alla tutela ecologica.

Corposervi 92 C.A. ha sede a Pampatar nell’isola Margarita, Stato di Nueva Esparta, nel Mar dei Caraibi e dispone di uffici a Caracas. La nostra azienda ebbe un approccio con la ditta venezuelana poco più di un anno fa e fu venduta una prima macchina compattatrice 500 Full. Sono al momento 24 le Superlizzy che, validate nei giorni scorsi dall’acquirente che ci ha visitato in sede, verranno imbarcate per la destinazione sudamericana e distribuite prevalentemente presso importanti Centri commerciali. Nell’intenzione manifestata dal Cliente, alla prima fornitura altre consistenti commesse faranno seguito, come dimostra l’attenzione che il sito stesso dell’azienda dedica già alle nostre macchine.

“Il nostro intento è naturalmente la volontà di consegnare altre compattatrici, assecondando l’impegno del Cliente alla diffusione nella Repùblica Bolivariana de Venezuela” dichiara Humberto Herrera, Business Development Manager di CoMaRi che le produce. “E, perché no, iniziando appunto da una regione settentrionale del continente, cercare mercati nell’intero Sud America che sappiamo sempre più attento alle tematiche ambientali e al trattamento dei rifiuti”.