Decreto mangiaplastica

Contributi ai Comuni al fine di ridurre i rifiuti in plastica.

Con il decreto “Mangiaplastica”, il Ministero della Transizione ecologica ha promosso l’acquisto di eco-compattatori, come le Superlizzy, da parte delle amministrazioni comunali attraverso il riconoscimento di uno specifico contributo.

Decreto mangiaplastica

Come fare domanda e partecipare al bando mangiaplastica

CO.MA.RI ha già seguito bandi di gara per la produzione di eco-compattatori adeguati ai requisiti di legge, ed è già pienamente operativa in relazione a modulistica, certificazione e presentazione della domanda. Siamo in grado di assistere su ogni fronte le pubbliche amministrazioni che intendono accedere ai finanziamenti, seguendole dalla stesura del progetto e durante tutto l’iter di inoltro delle istanze.

Possiamo aiutarti, contattaci

Accedere al fondo MITE

Per accedere al fondo, i Comuni dovranno partecipare al bando presentando, insieme alla documentazione richiesta, una relazione descrittiva del progetto che si intende attuare.

Le risorse messe a disposizione per l’anno 2021 (circa 16 milioni di euro) verranno erogate seguendo le caratteristiche demografiche dei singoli comuni.

Nello specifico:

i Comuni con meno di 100 mila abitanti, potranno richiedere importi per l’installazione di un solo eco compattatore;
i Comuni con una popolazione superiore, invece, potranno accedere a un maggior numero di impianti, dovendone però installare uno ogni 100 mila abitanti.
Inoltre, gli importi da assegnare ai singoli Comuni andranno da un minimo di 15 mila euro, da utilizzare per l’acquisto di un Eco-Compattatore di capacità media, ad un massimo di 30 mila euro, per impianti di capacità alta.

Possiamo aiutarti, contattaci

Inoltrare la domanda

Come Inoltrare la domanda?

Superlizzy fornisce un’assistenza completa ai Comuni che vogliono dotarsi di macchinette mangia plastica e presentare domanda per il contributo a fondo perduto, preparando un apposito progetto e seguendo l’iter di inoltro.

Il bando è stato promosso dalla sottosegretaria Vannia Gava (già sottosegrataria al ministero dell’ambiente nel primo Governo Conte), che, in occasione della presentazione di progetto, ha dichiarato:

“È un programma sperimentale in cui crediamo molto. Una cifra considerevole per coinvolgere i Comuni nella grande sfida che è quella del trattamento della plastica.”

L’obiettivo del ministero è quello di collaborare attivamente con le amministrazioni comunali non solo per tutelare l’ambiente attraverso una corretta gestione dei rifiuti, ma anche per creare un’economia circolare concreta.

Possiamo aiutarti, contattaci
 

Invia la tua richiesta informazioni

Per informazioni sulla nostra azienda o sui nostri prodotti, ti invitiamo a compilare il form sottostante.
Si prega di notare che questo modulo è dedicato esclusivamente a richieste di informazioni.
Richieste di lavoro inviate tramite questo form non saranno prese in considerazione.
Grazie per il tuo interesse nella nostra azienda.